4% EURNZD

E’ finito gennaio e si vede, i mercati tornano a muoversi secondo degli standard logico temporali corretti e comprensibili. Facciamo subito centro con la prima operazione di febbraio su EURNZD.

Operazione short aperta e chiusasi all’interno della stessa giornata, nonostante il target fosse ambizioso di 104 pips, con uno stop di 49. Il rischio rendimento per questo operazione risulta quindi essere di poco superiore all’1/2.

La logica operativa è stata di uno short aperto su EURNZD su H1 alla rottura di una scatola temporale. Contestualizzando, grazie alla frattalità ciclica, abbiamo intercettato una chiusura di un ciclo settimanale su H4. Anche su time frame giornaliero avevamo un tempo maturo per iniziare a vedere una discesa anche in questo orizzonte temporale.

Anche i volumi di scambio erano ottimi con un Point of Control esattamente sul livello massimo di rimbalzo dei prezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.